Come creare un Employer Brand “WOW”

Nell’ultimo periodo ho avuto modo di seguire lo sviluppo e la “strutturazione” dell’ufficio Marketing di un’importante azienda finanziaria italiana, TOP5 Italy per il prodotto Cessione del Quinto.

Grazie a questa esperienza, dopo un intenso lavoro di analisi, abbiamo capito che quello finanziario è un settore che ha solitamente un doppio obiettivo:

  1. La produzione: intesa come caricamento di pratiche di finanziamento ed approvazione
  2. Il Recruiting di collaboratori: per coprire, principalmente, l’area commerciale

Ed è proprio da questo secondo obiettivo critico che nasce la mia voglia di parlare di Employer Branding.

Cos’é l’Employer Branding?

Con Employer Branding ci riferiamo a tutte quelle attività che vengono svolte dall’azienda per crearsi la reputazione di “ambiente figo e dove vorrei assolutamente lavorare” (pensa a Google, Facebook).

Sembra strano ma diverse aziende trovano difficoltà ad inserire manodopera all’interno del proprio organico e si trovano a dover rifiutare contratti per mancanza di personale oppure a non poter raggiungere gli obiettivi di budget fissati ad inizio anno.

Ma tu sei davvero “figo”? Le persone vorrebbero davvero lavorare nella tua azienda, non soltanto per ricevere un semplice stipendio?

Se la risposta è NO, allora puoi iniziare a fare qualcosa e cambiare questa spiacevole situazione.

Prima di tutto, voglio rassicurarti che l’Employer Branding non è soltanto una “cosa da grandi”. Non devi per forza avere uffici progettati da Renzo Piano, offrire ferie no limits oppure mettere un tavolo da biliardo nella sala relax per attrarre dei buoni collaboratori.

Autenticità, autenticità, autenticità.

Ciò che i tuoi prossimi aspiranti dipendenti cercano è #autenticità. La palestra, la scrivania alla moda, la terrazza e il tavolo da biliardo (fanno un po’ figo, dobbiamo essere onesti) ma sono spesso maschere di un ambiente il cui unico desiderio è quelli di mantenerli il più a lungo possibile in ufficio. Sai che belle foto su Instagram posteranno?

Ma, se tutto questo non è autentico… si dissolverà in poco tempo.

Ciò che i tuoi prossimi aspiranti dipendenti cercano è #ProsperareInUnTeamAffiatato, #EquilibrioLavoro&TempoLibero.

Non hai lo stesso prestigio di Google? Nessun problema, potrai offrire altri vantaggi che attireranno dipendenti “vogliosi di lavorare con te”. Ecco alcuni esempi concreti:

  • Una Mission Aziendale frizzante;
  • La certezza di lavorare su progetti stimolanti;
  • Autonomia nello svolgimento dei propri compiti;
  • Un ambiente di lavoro sano che si basa sulla meritocrazia;
  • “Anziani” in grado di supportare i più “giovani”;
  • Opportunità di crescere rapidamente;
  • Condizioni di lavoro flessibili (ferie, telelavoro, ecc.)

Queste sono soltanto delle idee.

La cosa più importante che dovrai ricordare è che la tua Proposta di Valore per i Dipendenti (PVD) non deve essere fuffa: devi essere sempre autentico.

Lo so che non hai i budget milionari delle multinazionali per attrarre talenti all’interno della tua azienda ma a volte basta ingegno e della sana buona volontà per raggiungere gli stessi risultati (o, quanto meno, avvicinarsi).

Sei una PMI?

Ottimo! Hai l’opportunità di cambiare le cose con agilità e più facilmente rispetto a Google. Potrai costruire un’ambiente a misura dei tuoi dipendenti e potrai dire di essere figo all’esterno attraverso i Social Network, aumentando la tua notorietà e reputazione.

Ma quanto è bello poter avere il potere di scegliere i tuoi dipendenti da un “vivaio” di CV di persone che farebbero di tutto per poter iniziare a lavorare con te!

Provaci subito!

Monitora il numero di candidature spontanee. Se questo dato cresce vorrà dire che hai centrato il tuo obiettivo.

E potrai dire che la tua è “un’azienda figa”! 😁

Ti piace questo articolo?

Share on facebook
Share on Facebook
Share on twitter
Share on Twitter
Share on linkedin
Share on Linkdin
Share on pinterest
Share on Pinterest

Cosa ne pensi?

Copyright 2021 © Tutti i diritti riservati. Designed with ❤️ by me!